Vagone FMD. Da 01 a 100

Vagone FMD. Da 01 a 100

Un nuovo programma per animare virtualmente lo spazio di Binario F di Facebook

Le attività si articolano lungo quattro assi d’intervento:

  • Promozione della crescita per favorire la ripresa economica e sociale. Aiutiamo piccoli imprenditori, artigiani, manager e operatori del terzo settore e funzionari degli enti locali a sviluppare nuovi modelli e azioni innovative di trasformazione digitale per rispondere alla crisi.
  • Promozione della corretta informazione. Con format innovativi guidiamo destinatari di tutte le età alla scoperta della corretta informazione scientifica e all’uso di strumenti critici di verifica delle fonti.
  • Attenzione all’inclusione e alle fragilità. Non lasciamo indietro i più fragili, come chi ha perso il lavoro e ha bisogno di acquisire velocemente competenze qualificanti e spendibili.
  • Diffusione delle competenze chiave a partire dai giovani. Coinvolgiamo gli studenti in un percorso formativo sulle competenze digitali e sulle nuove professioni.

 

OBIETTIVI

  • Accompagnare piccole imprese, enti locali, organizzazioni e cittadini nella trasformazione digitale mettendo al centro i bisogni dei territori e delle comunità per uscire dalla crisi.
  • Sostenere la formazione imprenditoriale continua, l’autoimprenditoria e la cultura d’impresa.
  • Valorizzare il ruolo delle imprese e delle organizzazioni del terzo settore come riferimento per i territori e le comunità.
  • Creare opportunità di scambio e collaborazione tra settore pubblico e privato con un approccio di cross fertilization.
  • Sviluppare attitudini e competenze per lo sviluppo di soluzioni innovative e condivise a problemi comuni.

 

DESTINATARI

Artigiani e piccoli imprenditori nei settori turismo, cultura, ristorazione e servizi; manager e imprenditori del sociale; operatori del terzo settore e del pubblico; giovani e categorie vulnerabili.

 

ATTIVITÀ

  • LIVE DIGITAL LAB: laboratori dedicati a piccole e medie imprese, pubblica amministrazione e operatori del terzo settore per sperimentare soluzioni innovative di comunicazione e rafforzare la propria presenza online, dalla creazione di reti all’apertura verso nuovi pubblici e mercati.
  • CHECK TALK: sessioni interattive per aiutare studenti e cittadini a padroneggiare strumenti critici per la verifica delle informazioni e la corretta interpretazione dei fatti, in collaborazione con Pagella Politica e Facta.news.
  • CIVIC CHALLENGES: sfide con amministrazioni locali, imprese, terzo settore, studenti e cittadini per progettare in modalità collaborativa soluzioni di innovazione sociale alle sfide post pandemia.
  • VIDEO HELP: tutorial facili da condividere e da guardare in ogni situazione per rispondere in modo efficace alla domanda “Come fare per”.

 

Per informazioni

Martina Lascialfari, project manager

cell. +39 392 2346866

m.lascialfari@mondodigitale.org

 

 

25 marzo 2021, evento live per la presentazione del nuovo programma

A Binario F nasce una comunità inclusiva di pratica digitale. Un ambiente di apprendimento diffuso e un nuovo metodo di lavoro per trovare soluzioni.

Facebook e Fondazione Mondo Digitale hanno presentato oggi il nuovo programma di Vagone FMD. Da 01 a 100, che punta su reti collaborative, alleanze ibride e competenze digitali diffuse per la ripartenza del tessuto produttivo e sociale italiano. L’iniziativa, realizzata nell’ambito di Binario F, lo spazio di Facebook fisico e virtuale per le digital skills, è stata presentata questa mattina con la partecipazione della sottosegretaria di Stato al Ministero dell’Istruzione. Anci, Forum del Terzo Settore, Giovani Imprenditori Confcommercio e Cna Giovani Imprenditori a confronto in tre stanze digitali.

 

 

“Il mondo digitale è un mondo che abitiamo e dobbiamo imparare a conoscerne le regole, gli spazi e i tempi. L’idea di un ambiente di apprendimento nuovo, come quello digitale, che possa essere integrato a quello in presenza, non può che essere una occasione di implementazione migliorativa dell’offerta formativa. L’unione tra luogo fisico e luogo digitale, tra apprendimento diretto in presenza e apprendimento digitale, sono mondi che interagiscono e che vanno, quindi, a integrarsi sempre più. Anche la scuola deve imparare a gestire queste dinamiche e deve migliorare quella che è l’educazione alla cittadinanza digitale, affinché i nostri giovani imparino a essere cittadini responsabili e capaci di abitare il mondo digitale”, ha dichiarato Barbara Floridia, sottosegretaria di Stato al Ministero dell’Istruzione.

“Non basta essere presenti sulle piattaforme digitali ma bisogna essere in grado di abitarle con consapevolezza. A Binario F abbiamo formato 100.000 persone in tre anni: il digitale è opportunità, crescita e inclusività. Grazie al digitale riusciremo a superare le tradizionali barriere fisiche e geografiche e a raggiungere tutti i territori”, ha spiegato Angelo Mazzetti, Head of Public Policy di Facebook Italia, Cipro, Malta e Grecia.

“Sfide economiche che sono anche sfide sociali e culturali. L’emergenza sanitaria deve diventare occasione di ricostruzione e riprogettazione collettiva. Bisogna cambiare anche il metodo di lavoro. La trasformazione digitale è chiave di sviluppo per il futuro solo se saremo capaci di renderla davvero partecipativa e inclusiva”, ha aggiunto Mirta Michilli, direttore generale della Fondazione Mondo Digitale.

Secondo Massimo Castelli, coordinatore nazionale piccoli Comuni Anci, “Nell’analogico siamo stati abituati a difendere i diritti costituzionali: scuola, salute, lavoro. Ora nei diritti costituzionali dobbiamo inserire il diritto di accesso al digitale. Sarebbe un grande passo in avanti per la nostra Costituzione”.

“La pandemia è stata un grande acceleratore del digitale, sia dal punto di vista delle opportunità che dei limiti”, ha sottolineato Claudia Fiaschi, portavoce Forum del Terzo Settore. “Prima sfida: disuguaglianza digitale e inclusione digitale dei territori più svantaggiati. L’altra sfida è quella della partecipazione: tutti i nostri enti hanno dovuto imparare a gestire la vita associativa attraverso il digitale, e non è da poco considerando che il processo partecipativo è il pilastro del terzo settore. La terza sfida è quella dell’organizzazione: come fare i servizi di welfare, come integrare gli ingredienti digitali nelle proprie azioni di trasformazione della comunità e costruzione di alleanze. Non si vince mai da soli”.

Andrea Colzani, presidente nazionale Giovani Imprenditori Confcommercio, ha distinto tra “breve periodo e lungo periodo, uscire dall’emergenza e intercettare la ripresa. Le competenze digitali si sono dimostrate un’ancora di salvezza per le imprese, anche le più digitali. Pensiamo alle imprese di ristorazione, con il delivery. Però poi c’è il lungo periodo, dove le competenze digitali dovranno essere considerate un punto di base e non di arrivo. Il digitale dovrà essere integrato con altre sfide del nostro secolo, il green, la sostenibilità, la salute. Altra distinzione è quella tra i settori: dalla bottega storica alla grande distribuzione. Pensando ai settori, le competenze digitali sono proporzionalmente più importanti tanto più è tradizionale l’impresa. Il digitale non ci salverà da solo: qualsiasi percorso tecnico deve essere accompagnato da un framework culturale che preveda anche una crescita delle persone a 360°”.

“600.000 imprese, 40.000 giovani artigiani digitali. I modelli di business stavano già cambiando prima, adesso è ancora tutto più accelerato”. Marco Vicentini, presidente nazionale CNA Giovani Imprenditori, ha ribadito come “La formazione continua sia fondamentale. Molte imprese hanno il problema del ricambio generazionale, abbiamo bisogno di formazione, informazione e di fare spazio ai giovani per partecipare attivamente anche con le imprese più piccole alla transizione digitale”.

Al termine della sessione plenaria referenti di enti pubblici e privati, imprese, cittadini e organizzazioni del terzo settore si sono dati appuntamento in tre stanze virtuali per condividere buone pratiche e individuare sfide e priorità di intervento.

Il progetto prosegue per il 2021 con la proposta di diversi format interattivi ed eventi di formazione gratuiti: dai laboratori per le piccole e medie imprese per esplorare le potenzialità del digitale e sperimentare soluzioni innovative di comunicazione, vendita in rete e apertura a nuovi mercati, fino al lavoro di mini task force locali sui temi più discussi di attualità e sulle emergenze dei territori per trovare proposte e soluzioni in modalità cooperativa.

Obiettivo di Vagone FMD. Da 01 a 100 è creare una comunità inclusiva di pratica firtuale, fisica e virtuale, scalabile e replicabile, per rispondere con la partecipazione di tutti alla crisi e alle sfide trasformative del nostro tempo. E nella rete non può mancare un’attenzione particolare per i giovani e il loro futuro o per gli utenti più fragili: chi ha perso il lavoro e ha bisogno di acquisire velocemente competenze qualificanti e spendibili, o gli anziani, spesso esclusi dalla piena partecipazione alla vita sociale.

 

 

 

 

Incontri formativi live su strategie di digital marketing, community engagement, digital manufacturing per esplorare le potenzialità del digitale e sperimentare soluzioni innovative di comunicazione, produzione, attivazione di reti, apertura a nuovi mercati. Gli incontri sono gratuiti e si rivolgono a imprese, startup, organizzazioni del terzo settore, imprese sociali e enti locali. Ogni incontro affronta contenuti diversi sul tema di riferimento.

 

  • 28/04/2021, 14-16 | Social Media Marketing | iscrizione
  • 5/05/2021, 14-16 | Social Media Marketing | iscrizione
  • 12/05/2021, 14-16 | Marketing territoriale integrato e Community Engagement | iscrizione
  • 20/05/2021, 14-16 | Marketing territoriale integrato e Community Engagement | iscrizione
  • 12/10/2021, 14-16 | E-commerce: come avviare un negozio online | iscrizione
  • 21/10/2021 14-16 | E-commerce: marketplace, social commerce e social media fundraising | iscrizione
  • 04/11/2021 14-16 | La fabbricazione digitale e la stampa 3D | iscrizione
  • 11/11/2021 14-16 | La fabbricazione digitale e il taglio laser | iscrizione

Covid-19, vaccini e fake news: come difendersi dalla disinformazione? La pandemia è stata accompagnata da un’ondata massiccia di informazioni false e fuorvianti, che hanno spesso costituito un pericolo per la salute stessa dei cittadini e per il progresso della scienza e della ricerca.  “Fact-Checking: dietro la verifica dei fatti” è un talk per supportare i cittadini, giovani e adulti, a padroneggiare strumenti critici per la verifica e la corretta interpretazione delle informazioni. L’incontro, organizzato in collaborazione con Pagella Politica e Facta.news, si ripete nelle seguenti date:

Sei sfide in sei comuni italiani: un percorso per progettare insieme la trasformazione digitale dei territori e la ripartenza del tessuto produttivo e sociale post pandemia. Alle sfide lanciate dall’amministrazione locale rispondono enti pubblici e privati, imprese, organizzazioni del terzo settore e cittadini con sessioni di co-progettazione per far emergere priorità, esigenze e idee di innovazione e partecipazione civica. Al termine delle sei tappe un documento di sintesi raccoglie le principali proposte avanzate dai territori per la costruzione di una visione collettiva e partecipata di rilancio e sviluppo del sistema Paese.

La prima civic challenge è lanciata da Roma Capitale e in particolare dall’assessorato allo Sviluppo economico e Lavoro, nell’ambito del Piano Roma Smart City. Con la sfida “come promuovere il Made in Roma in Italia e all’estero” gli attori del territorio si confrontano per individuare strategie e strumenti che riescano a combinare il marchio di qualità di Roma con modelli di e-commerce per prodotti e servizi di eccellenza.

 

1ª sfida: come promuovere il Made in Roma in Italia e all’estero?
14 luglio 2021, ore 11-13
iscrizione su EvenBrite
diretta sulla pagina Facebook di Binario F

 

2ª sfida: Brindisi? (in preparazione)
5 novembre 2021, ore 11-13
iscrizione su EvenBrite
diretta sulla pagina Facebook di Binario F

Tutorial facili da condividere e da guardare in ogni situazione per rispondere in modo efficace alla domanda “Come fare per”.

Come e perché sviluppare un podcast per la tua attività

Le opportunità della stampa 3D per la tua attività

Scritto da: Redazione