Lifelong learning per affrontare la trasformazione digitale

Lifelong learning per affrontare la trasformazione digitale

Evoluzione e transizione, due sostantivi che descrivono perfettamente l’epoca in cui viviamo, un periodo storico di costante fermento, caratterizzato da tecnologia e innovazione. Un contesto ricco di novità che richiedono capacità di adattamento e formazione continua, lifelong learning, apprendimento durante tutto l’arco della vita. Il digitale sta gradualmente modificando il modo di vivere e di lavorare: il mercato attuale cambia velocemente e il pericolo è quello di rimanere indietro rispetto alle sue richieste. Un rischio che non riguarda solo le nuove generazioni che si affacciano nel mondo delle professioni ma anche chi una professione già ce l’ha.

Ma come stanno affrontando le aziende italiane tutto questo? La maggior parte delle imprese del nostro Paese non è attrezzata per affrontare in modo adeguato e strategico la trasformazione digitale, soprattutto perché le competenze richieste non riguardano solo le professioni ICT, come si sarebbe portati a pensare. Oggi essere al passo con i tempi significa incorporare hard e soft skills nel proprio lavoro. E in Italia, attualmente, sono solo la provincia autonoma di Trento e il Friuli Venezia Giulia a registrare una percentuale di partecipazione a percorsi di aggiornamento professionale superiore alla media continentale, mentre la principale tendenza è quella evidenziata nelle regioni del sud, come Sicilia e Calabria, dove appena il 5,2% delle persone ha svolto nell’arco dell’anno precedente attività di aggiornamento sul luogo di lavoro.

Per garantire ai professionisti e alle realtà aziendali quel livello di competitività richiesto dal mondo del lavoro, il “Vagone FMD. Da 01 a 100” ha coinvolto 54 dipendenti di MSD Italia in un viaggio alla scoperta dell’uso attento e consapevole dei mezzi di comunicazione digitale. Un percorso di 5 appuntamenti con “Job Future”, il format dedicato al personale delle imprese che vuole stare al passo con i tempi, che ha visto l’area manager e ISF dell’azienda farmaceutica avvicinarsi ai principali social network per il racconto della propria realtà lavorativa.

MSD Italia lavora da sempre per migliorare la salute attraverso la ricerca e lo sviluppo di farmaci e vaccini innovativi: uno dei suoi principali obiettivi è pertanto quello di raggiungere le persone con una corretta informazione. Con questo scopo l’azienda ha deciso di prendere parte alla formazione a cura di due coach della Fondazione Mondo Digitale esperte di comunicazione digitale, Astrid D’Eredità e Nicoletta Vulpetti. Come realizzare contenuti di impatto, creare spazi di discussione virtuali e diffondere i propri valori sulle piattaforme di social networking più usate sono i punti su cui hanno lavorato insieme, consapevoli dell’importanza del web nel raggiungere il target d’interesse.

Sotto la testimonianza di Marcella Maestri, informatrice farmaceutica per MSD in un’intervista realizzata durante uno degli incontri al Binario F di Facebook.

Scritto da: Ilaria Bonanni