Le ragazze costruttrici

Le ragazze costruttrici

Le Coding Girls raccontano un anno di lavoro per la parità di genere e presentano i progetti ispirati alle missioni del Pnrr per il programma Next Generation Eu.

 

Oggi, giovedì 13 maggio alle 11, è in programma l’evento conclusivo della settima edizione di Coding Girls, il programma nazionale della Fondazione Mondo Digitale nato per sostenere la parità di genere nei settori della scienza e della tecnologia e la partecipazione delle giovani donne al mercato del lavoro. Le ragazze protagoniste raccontano un anno di lavoro con 15.000 studenti in 62 città italiane. Nella cordata educativa, oltre a 100 scuole e 30 partner accademici, Missione Diplomatica USA in ItaliaMicrosoftFondazione Compagnia di San PaoloEniAmbasciata del Regno dei Paesi Bassi.

 

DONNE COSTRUTTRICI: IDEE, PROGETTI, RELAZIONI

le Coding Girls raccontano un anno di lavoro per la parità di genere

evento live | 13 maggio 2021 | ore 11 – 12

diretta streaming su YouTube

 

Un ecoblog per promuovere comportamenti etici e sostenibili, una community di studenti per la formazione alla pari e il mutuo aiuto nella didattica mista, un sito per rilanciare il turismo nel Molise, regione poco conosciuta. In risposta all’emergenza sanitaria, che ha inasprito le disuguaglianze e penalizzato il lavoro delle donne, le Coding Girls hanno accettato la sfida di lavorare sulle missioni del Recovery Plan, dalla digitalizzazione alla transizione ecologica, per offrire un’interpretazione personalizzata, inclusiva e partecipata, della tecnologia a servizio della ripartenza del paese. Un anno di lavoro intenso che ha portato alla realizzazione di oltre 400 progetti, anche con applicazioni di intelligenza artificiale, e al coinvolgimento di 15.000 studenti di 100 scuole superiori in 62 città italiane.

 

Il programma Coding Girls, promosso dalla Fondazione Mondo Digitale con la collaborazione di Missione Diplomatica USA in Italia, Microsoft, Fondazione Compagnia di San Paolo, Eni e Ambasciata del Regno dei Paesi Bassi, nasce per fare massa critica sulla parità di genere, orientare la Generazione Z verso settori in espansione con forte richiesta di competenze specializzate e promuovere la partecipazione delle donne alla crescita economica e sostenibile del paese.

 

Con oltre 900 ore di formazione, il progetto ha previsto allenamenti e competizioni di coding, webinar sulle professioni del futuro, sessioni di orientamento con 30 partner accademici e incontri con donne di successo in diversi campi, dal management alla ricerca, che hanno animato la campagna intergenerazionale “Il mio futuro? Dipende da me”.

 

Nel tempo, grazie alla capacità di fare rete, il programma Coding Girls si è radicato sui territori, proponendo un modello di intervento scalabile e personalizzabile in più declinazioni: è il caso delle scuole napoletane “adottate” dall’Ambasciata del Regno dei Paesi Bassi o delle 600 studentesse torinesi che, con il sostegno della Fondazione Compagnia di San Paolo, partecipano a un percorso di formazione triennale con la valutazione di impatto sulle scelte future, universitarie e professionali.

 

Al racconto di un anno di lavoro per la parità di genere intervengono: Mirta Michilli, direttore generale della Fondazione Mondo Digitale, Antonella Polimeni, rettrice della Sapienza Università di Roma, Laura Auteri, pro rettrice alla didattica dell’Università di Palermo, Stefano Ruffo, direttore della Scuola Internazionale Superiore di Studi Avanzati di Trieste, Beth Poisson, Minister Counselor for Public Affairs, U.S. Embassy Rome, Dewi van de Weerd, vice ambasciatrice del Regno dei Paesi Bassi, Roberta Bianchi, Digital and Information Technology Strategy di Eni, Chiara Mizzi, direttore delle Relazioni esterne di Microsoft Italia, e Francesco Profumo, presidente della Fondazione Compagnia di San Paolo.

 

Tra le studentesse della 7ª edizione, Missione Diplomatica USA seleziona 10 candidate al corso “Empowering and Connecting the Future Online”, organizzato dalla non profit di Boston Empower Peace/Women2Women, che da 16 anni sviluppa progetti di leadership per giovani donne. L’evento è anche l’occasione per presentare “COde&FraME for Self Empowerment”, nuovo progetto con Eni per formare 2.000 adolescenti ai temi della transizione energetica e della sostenibilità.

 

 

La cartella stampa della 7ª edizione

Scritto da: Eleonora Curatola