Un’idea PER e DA condividere

Condividere-1Insegnanti e alunni hanno l’esigenza ma anche il piacere di condividere e conservare i propri lavori. Gli elaborati digitali sono quindi perfetti per documentare attività ed esperienze particolari dato che possono essere condivisi in tempo reale e a costo zero.

Per anni i miei alunni sono venuti a scuola con una chiavetta USB nell’astuccio per  portare a e da casa ricerche, tabelle, grafici o lavori realizzati con PowerPoint. Spesso  io ho masterizzato copie e copie di dvd con documentazioni di esperienze  varie di classe. Poi un giorno la mia amica-collega-musa  Stefania, mi ha parlato di Dropbox e tutto è cambiato…

E’ un servizio di file hosting: mette a disposizione uno spazio web personale dove è possibile caricare file, sincronizzare documenti e scambiarli con altri utenti a cui si è mandato l’invito ad accedere.  Alla registrazione viene offerto dello spazio gratuitamente  ma si ricevono bonus in base al numero degli utenti invitati ad accedervi e, se necessario, è possibile acquistare ulteriore spazio. Quindi mi sono lanciata e ho creato una cartella Dropbox di classe, una scatola virtuale dove riporre materiali utili ai bambini e ai loro genitori. Lì ci sono link a video, software e giochi didattici relativi agli argomenti che si stanno affrontando, ma anche i compiti della settimana e gli avvisi  che carico direttamente a scuola. Non mi richiede alcun lavoro aggiuntivo; nella maggior parte dei casi  scatto semplicemente una foto ad un diario o incollo dei link  utilizzando il mio smatphone.

Inizialmente temevo fosse complicato; ho iniziato con qualche dubbio sulla sua effettiva utilità nella realtà scolastica ma oggi non lo considero solamente utile ma quasi indispensabile. Ricevo conferme quotidiane di quanto  questa semplice strategia  aiuti sia i bambini che i loro genitori.

E’ successo a volte che alcuni  file siano stati eliminati per sbaglio. Nella cartella condivisa  ho lasciato a tutti la possibilità di operare. All’inizio, dimenticando appunto fosse un’unica cartella, qualcuno ha trascinato fuori di essa materiale di proprio interesse togliendolo però in questo modo anche a tutti gli altri utenti… Niente di grave comunque: i file eliminati possono essere ripristinati entro 30 giorni.

Condividere-2Capita spesso che in classe, i bambini mi chiedano: “Mi fai una foto con il mio lavoro e la metti nella scatola così la vede mamma?”

Ecco un quadro completo di Dropbox: https://www.dropbox.com/tour

Qui un tutorial chiarissimo su come utilizzarlo: https://www.youtube.com/watch?v=YBZmyukPdRk

Esistono tantissimi servizi di Cloud Storage  alternativi a Dropbox; in questo interessante articolo  vengono descritti e messi a confronto: http://gadget.wired.it/news/mondo_computer/2012/04/26/google-drive-cloud-nuvola-75214.html

Scritto da: Cristiana Zambon