Qualche scatto e un po’ di commenti dei nostri primi AllenaMenti

foto per titolo laboratorioSabato mattina un gruppetto di maestre e di professoresse è venuto nella Palestra dell’Innovazione per i nostri primi AllenaMenti. E’ un piacere davvero riuscire a ritagliarsi del tempo per incontrarsi, condividere e incontrare  persone che hanno la nostra stessa voglia di imparare!

Abbiamo sperimentato  la tecnica Stop Motion o Passo Uno, quella usata per realizzare King Kong per intenderci,  una tecnica cinematografica ormai superata dai moderni software del settore  ma che può arricchire significativamente le nostre attività didattiche.  Una proposta giocosa spendibile all’interno di qualsiasi disciplina per realizzare videolezioni che, motivando alla cooperazione, valorizza e dà spazio alle idee dei singoli, incentiva  lo studio e l’approfondimento del tema affrontato. Perfetta per realizzare biglietti d’auguri digitali, o messaggi… insomma le possibilità sono davvero infinite!

Con piacere ho raccontato la mia esperienza  quanto ho imparato in questi mesi durante i quali ho realizzato con la mia classe svariati video di animazione utilizzando solo ciò la maggior parte di noi ha abitualmente con sé: telefono o tablet.  Strumenti questi che quotidianamente vengono tra le mani dei nostri alunni anche in famiglia ma nella maggior parte dei casi sono utilizzati solo per lo svago o l’intrattenimento, a volte proprio con l’intenzione di ”spegnere” il bambino in situazioni e luoghi dove non sarebbe opportuna la sua vivacità. E’ importante presentargli possibilità creative e stimolanti di questi oggetti per  avviarli ad un rapporto attivo con la tecnologia. Una tecnica questa in particolare che, a costo zero, consente di dare forma in pochi minuti alle proprie idee, riutilizzabile da bambini e ragazzi in modo autonomo.

Quindi, tutte armate con la nostra tecnologia da borsetta, ci siamo messe al lavoro!

Abbiamo usato solo applicazioni gratuite, iMotion per devices iOS e per quelli androidi ne abbiamo provate due, Stop Motion e  con PicPac, trovando più intuitiva la seconda.

Ci è venuto subito naturale organizzarci tra “atlete” e cercare, pensare e provare insieme perché è insieme che si impara meglio e ci si diverte di più!

collage laboratoriocollage laboratorio n2

 

Sui tavoli, tra le sedie e sul pavimento hanno preso velocemente vita pupazzetti dai capelli colorati, letterine magnetiche, plastilina e piccoli ritagli di carta.

Ecco alcuni dei lavori fatti.

Solo per offrire uno stimolo su cui lavorare, ho proposto di creare un mini video con il logo della Fondazione Mondo Digitale mettendo a disposizione una stampa di questo e qualche foglio colorato.

Tra chiacchiere, biscottini, succhi di frutta e caffè abbiamo passato una piacevole mattina! Grazie di cuore a chi  partecipato, spero vi sia utile questo nuovo strumento della  vostra cassetta degli attrezzi!

Scritto da: Cristiana Zambon