Media Art Festival anche alla Palestra dell’Innovazione

Dal 25 febbraio al 1° marzo oltre 20 eventi compongono un format originale per esplorare le nuove frontiere della creatività artistica. Mostre, workshop, laboratori, masterclass e performance in tre location, la Centrale Montemartini, l’Università Roma Tre e la Palestra dell’Innovazione.

Realtà immersiva, ologrammi, occhiali per la realtà aumentata, installazioni multimediali… Le potenzialità delle nuove tecnologie come stanno modificando creatività e produzione artistica?  Siamo fruitori, spettatori o attori? O anche nell’arte diventiamo prosumer?

Roma ospita la prima edizione del Media Art Festival dal 25 febbraio al 1° marzo 2015. Un’iniziativa della Fondazione Mondo Digitale promossa da Roma Capitale, Assessorato alla Cultura e al Turismo-Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali e Assessorato Scuola, Sport, Politiche giovanili e Partecipazione-Dipartimento Servizi educativi e scolastici.
L’evento, organizzato in collaborazione con Intel Education e con il patrocinio dell’Università Roma Tre e British Council, vuole aprire anche in Italia uno spazio di confronto tra arte e nuove tecnologie, valorizzare le scelte creative degli artisti e sviluppare percorsi formativi per nuove professioni. La sfida è creare, grazie alle tecnologie, una sinergia virtuosa tra mondi finora lontani: istituzioni, imprese, scuole, atenei, artisti, maker, creativi, innovatori.
Il multi evento si apre mercoledì 25 febbraio, alle ore 12, con l’inaugurazione della mostra “From body to mind. New generation of italian media artists”, presso il museo della Centrale Montemartini, con l’intervento di Giovanna Marinelli, Assessore alla Cultura e al Turismo di Roma Capitale, Paolo Masini, Assessore Scuola, Sport e Partecipazione dei Cittadini di Roma Capitale, Giovanna Melandri, presidente della Fondazione Maxxi, e Alfonso Molina, direttore scientifico della Fondazione Mondo Digitale e professore di Strategie delle Tecnologie all’Università di Edimburgo.Alla Centrale Montemartini espongono giovani artisti come il gruppo Iocose, Giovanni Mezzedini, Lino Strangis, Giacomo Lion, Danilo Torre, Daniele Spanò, Max Serradifalco, Alessio Chierico, il gruppo Aye Aye, Dehors/Audela e Simone Pappalardo. Gli artisti guidano lo spettatore all’interno di un percorso suggestivo nelle nuove potenzialità delle tecnologie. Ad accogliere i visitatori anche una rassegna sulla giovane videoarte italiana a cura di Veronica D’Auria.
Presso la Palestra dell’Innovazione, spazio innovativo che ospiterà un percorso di media art, ogni mattina dalle 10 alle 15, gli artisti animano workshop con le scuole per sperimentare nuove modalità didattiche con un approccio creativo alle nuove tecnologie. E sono in mostra le opere collaborative realizzate con tre artisti (Dehors/Audela, Lion e Strangis) da quattro scuole romane (Istituto comprensivo Largo Volumnia e i licei B. Croce, G. Cesare e Virgilio).
Ai numerosi confronti, organizzati con diverse modalità (convegno, workshop, tavola rotonda, masterclass ecc.) intervengono studiosi del calibro di Sean Cubitt (Goldsmith University, Londra), Stephen Partridge (University of Dundee, Scozia), Valentina Ravaglia (Tate Modern), Roc Parés e Antoni Abad (Universidad de Pompeu Fabra), Alison Driven (British Council Italia), Elaine Shmilt e Laura Leuzzi (University of Dundee, Scozia), Marco Maria Gazzano (Università Roma Tre), Salvatore Iaconesi e Oriana Persico, Dario Evola (Accademia delle Belle arti di Roma), Francesco Muzzioli (Sapienza Università di Roma).
Il programma completo è su www.mondodigitale.org e www.mediaartfestival.org
Aggiornamenti quotidiani anche sui canali social della FMD. L’hashtag dell’evento è #RomaMAF.

maf-logo-bigA ROMA LA PRIMA EDIZIONE DEL MEDIA ART FESTIVAL

25 febbraio – 1° marzo 2015
Centrale Montemartini, via Ostiense 103
Università Roma Tre, via Ostiense 133/B
Palestra dell’Innovazione, via del Quadraro 102
Scritto da: Redazione