La sfida mondiale per migliorare il pianeta

L’Ambasciata americana, l’Agenzia spaziale europea, l’Agenzia spaziale italiana e Sapienza Università di Roma organizzano dal 10 al 12 aprile 2015, la terza edizione italiana dell’International Space Apps Challenge, un hackathon mondiale proposto dalla Nasa, a cui partecipano 130 città in tutto il mondo. Anche Roma è protagonista e la Fondazione Mondo Digitale, partner dell’iniziativa, organizza un collegamento con l’America per partecipare al “Data Bootcamp” di New York, un workshop formativo su coding, robotica e web app.

Lo Space Apps Challenge di Roma si svolge il 10, 11 e 12 aprile 2015.
Il 10 aprile alle ore 17 si tiene la conferenza stampa di presentazione nell’aula magna della Facoltà di Ingegneria Aerospaziale della Sapienza (via Eudossiana 18) e alle ore 19 il collegamento in diretta con il Data Bootcamp di New York dalla Palestra dell’Innovazione della Fondazione Mondo Digitale (via del Quadraro 102). Attraverso il bootcamp i partecipanti prendono parte a un workshop formativo su “Hardware & Robotics” e “Programming & Web App Developement”. È possibile prenotarsi su Evenbrite.

L’11 e 12 aprile si tiene l’hackathon presso la Facoltà di Ingegneria. È aperto a ingegneri, programmatori, project managers, studenti e semplici amatori, previa registrazione sul sito dello Space Apps spaceappschallenge.org alla location Roma. Sul sito dello SpaceApps è visibile il programma dell’hackathon e le regole per partecipare alle sfide per questa edizione 2015 che vertono su quattro temi: Earth, Outer Space, Humans and Robotics.

Ai vincitori sono consegnati tre premi in denaro e le due migliori soluzioni sviluppate nel corso del week-end vengono selezionate per l’invio alla NASA e la successiva competizione globale. Per partecipare, non è indispensabile avere conoscenze tecniche, basta avere un’idea e inserirsi un team che sia in grado di svilupparla!

Un’attenzione speciale quest’anno è riservata alla tematica “Women in Data” con l’obiettivo di attrarre un numero crescente di giovani donne verso gli studi scientifici. Infatti nello Space Apps di New York si tiene un incontro per favorire la partecipazione di team al femminile.

Scritto da: Redazione