Giocare con l’arte: la Gioconda in classe

Giocare con l’arte: la Gioconda in classe

“È quella vera?” mi hanno chiesto i bambini quando ho portato a scuola una stampa della Monna Lisa per presentare il personaggio di Leonardo da Vinci.

Anche se la risposta li ha profondamente delusi, hanno chiesto di poterla appendere nella nostra aula. Da lì, per caso, è venuta l’idea di addobbare anche lei, come il resto dell’aula, nelle varie occasioni dell’anno.

Halloween, Natale, Carnevale, Pasqua, inizio delle vacanze e molte altre ricorrenze ed eventi sono stati festeggiati anche così, scherzando con quest’opera.

gioconda1

 

Sul plexiglass della cornice è stato attaccato di tutto: fiocchi di neve, fiori, pulcini, zucche, pipistrelli e la Gioconda ha indossato cappelli bizzarri, occhiali da sole, sciarpe di lana e scaldaorecchie…

monna_lisaHa partecipato ad ogni nostro evento e a giugno, essendo una classe quinta, è stata a modo nostro coinvolta anche nella festa per la consegna dei diplomi.

Chissà se Leonardo si sarebbe arrabbiato vedendo la Monna Lisa in festa, o se avrebbe sorriso come hanno fatto tante volte i bambini di altre classi, collaboratori scolastici e genitori.

Questa piccola tradizione della classe ha contribuito a rafforzare un clima allegro e creativo e acceso una crescente curiosità verso le opere d’arte più celebri.

È stato davvero divertente ospitare la Gioconda per alcuni anni!

Scritto da: Cristiana Zambon