Attività per i primi giorni di scuola? Giochiamo con selfie, ricordi, desideri e aspettative

Condivido qualche piccola idea che ho preparato per i primi giorni di scuola sperando possa essere di ispirazione a qualcuno.

  • Un selfie dell’estate
selfie
clicca sull’immagine per aprire il pdf
  • Non è tutto vero!
clicca sull’immagine per aprire il pdf

Nel PDF ci sono tre cellulari; chiediamo ai bambini di immaginare di averli usati per fare due foto durante le vacanze. Nel terzo smartphone invece possono disegnare qualcosa di inventato, mai accaduto. Una volta completati i lavori, ognuno descriverà con una frase cosa ha disegnato e ai compagni il compito di individuare l’evento inventato.

  • La macedonia delle mie vacanze
macedonia
clicca sull’immagine per aprire il pdf

Cercando strategie per evitare di subire ore di elenchi di ogni singolo spostamento e sfoggio di giri del mondo di alcuni contro mesi passati sul balcone della zia per altri, ecco una proposta. Una grande ciotola in cui scrivere alcune parole come ingredienti della propria estate: tuffi, gelati, nonna, autostrada…  Volendo il lavoro può essere collettivo, predisponendo un cartellone con una ciotola dentro la quale a turno tutti incollano i propri foglietti con le parole dopo averli letti ai compagni.

  • Vacanze in poche parole. I bambini più grandi possono scrivere piccoli elenchi da esporre poi agli altri facendo così, con leggerezza, un primo ripasso alla grammatica: 5 nomi propri, 5 nomi di luogo, 5 azioni, 5 aggettivi…
  • “Vorrei vorrei…” e “Speriamo di no!” Parlando del nuovo anno scolastico, può essere interessante parlare di aspettative, desideri e preoccupazioni. I pensieri e le proposte dei bambini possono diventare dei cartelloni tipo quelli che ha fatto l’insegnante oltreceano a cui mi sono ispirata. I suoi sono dei grandi fogli sui quali ha scritto una domanda, tra queste: “Cosa desideri imparare quest’anno?” “Che tipo di insegnante vorresti?”… Ogni bambino ha scritto la propria risposta su un foglietto tipo post-it che ha attaccato poi sul cartellone. Possono darci buone idee per attività ed iniziative nuove!
Scritto da: Cristiana Zambon