10 idee per il primo giorno di scuola

dieci-ideeTornare a scuola è un mix di emozioni contrastanti: voglia di riabbracciare gli amici, preoccupazione per il lavoro che attende, impazienza e desiderio delle routine e delle attività più diverse.

Le vacanze sono meravigliose, necessarie e preziose ma secondo me anche troppo lunghe e spesso piene di tempi morti e noia.

Alla scuola il compito di rendere il rientro del suo popolo allegro e festoso.

Ecco le 10 cose che farò io il primo giorno di scuola che magari possono essere uno spunto anche per voi:

 

  1. Preparare l’aula
    Prima cosa: buttare! In architettura si dice “Less is more” quindi niente scatoloni sugli armadi che fanno tanto garage, via cartelloni dell’anno precedente, quadernoni vecchi abbandonati sugli scaffali, disegni scoloriti, pennarelli scarichi e cancelleria non utilizzabile nei cassetti, puntine e pezzi di scotch fossile sulle pareti… È bello accogliere facendo sentire e vedere che c’è posto per nuovi studi e nuove avventure. Io farò trovare solo la scritta “Bentornati” su fogli di carta colorata.
  2. Sistemare i banchi
    Numero e altezza di banchi e sedie adeguato alle esigenze della classe. La loro disposizione è altrettanto importante; io preferisco disporli a ferro di cavallo o in gruppo così che ognuno abbia almeno due compagni seduti accanto facendo attenzione alla provenienza della luce naturale.
  3. Preparare qualche sorpresa
    È bello far trovare un angolo o un cestino in cui curiosare e trovare piccole cose per i ritagli di tempo libero: mazzi di carte, stencil per disegni, libretti per fare decorazioni e cornicette, dadi e cartelloni da gioco che magari possono essere incollati su del cartone e appesi al muro. Piccole cose da condividere che ci fanno guadagnare i primi sorrisi.
  4. Lasciare liberi di scegliersi il posto
    I nuovi alunni si sentiranno più accolti e magari quelli che già conosciamo bene durante l’estate sono molto maturati e quest’anno saranno tranquilli anche se seduti vicino ai propri “soci”… Se non è così, qualche aggiustamento sarà fatto nei giorni successivi.
  5. Dare tempo
    Tempo di entrare con calma, tempo di salutare gli amici, di chiacchierare, di mostrare trofei vinti e conchiglie raccolte, foto, cartoline… Tempo per far vedere il diario e le scarpe nuove, di riambientarsi per i veterani e di ambientarsi per i nuovi arrivati magari andando a fare un giro della scuola insieme per vedere dove sono amichetti, fratellini e vicini di casa così come gli ambienti comuni, bagni, palestra, mensa.
  6. Ritirare i compiti delle vacanze
    Piccoli eserciziari colorati sono statii odiati da molti di loro. Nonostante ciò li hanno completati e sarebbe davvero crudele non premiare questo impegno estivo! Ritirerò il materiale di chi me lo porterà, gli dedicherò attenzione e glielo ridarò con un commento ed una lode per l’impegno. Darò tempo a chi me ne chiederà per completare le ultime cose e non perseguiterò chi non lo porterà mai raccontandomi di incidenti in mare o di averlo dimenticato dalla nonna in un paese lontano lontano dove non tornerà mai più…
  7. Organizzare il materiale
    Attaccare su scaffali e ripiani negli armadi etichette con indicata la materia. Io sono una maniaca delle etichette adesive: le faccio attaccare su libri e quaderni con scritto nome e materia. Con gruppi classe sempre più numerose l’ordine del materiale aiuta a non sprecare tempo.
  8. Parlare di regole
    Niente elenchi tipo dieci comandamenti, nessun “NON” ma volgere tutto al positivo, incoraggiando ad esprimere buoni propositi e comportamenti che possono rendere l’anno insieme piacevole. “Ci aiutiamo, ci incoraggiamo, impariamo dai nostri errori, cerchiamo di spiegarci e di chiarirci quando litighiamo… “
  9. Raccontarsi e condividere
    Avventure e disavventure estive, ansie e aspettative per nuovo anno scolastico, novità sentimentali, nascite in famiglia, tre mesi sono tanti! Qualcuno avrà sicuramente il desiderio di condividere. Beh, ascolteremo!
  10. Preparare attività divertenti
    Io ho preparato diverse cose, cartelloni da assemblare insieme dove raccogliere emozioni, racconti di luoghi visitati, esperienze fatte durante l’estate e aspettative per il nuovo anno scolastico. Nel prossimo post condividerò idee e qualche PDF da stampare. Stay tuned!
Scritto da: Cristiana Zambon