Digital Made a Re-Barcelona

Digital Made a Re-Barcelona

La moda italiana e il progetto Digital Made della Fondazione Mondo Digitale sono stati protagonisti a Re-Barcelona, Sustainable Fashion Global Event, grazie al Consolato Generale d’Italia. Venerdì e sabato scorsi si è svolta presso il Disseny Hub, a Barcellona, la prima edizione dell’evento [vedi la notizia La moda etica].

 

Gaia Danese, console generale d’Italia a Barcellona, prosegue nel suo impegno per promuovere le industrie culturali e creative più innovative: “La sfida della sostenibilità e dell’innovazione è essenziale per l’intero tessuto industriale e ha una particolare rilevanza nelle industrie creative, motore per i cambiamenti futuri. L’Italia è in prima linea in questa sfida, grazie al suo storico saper far e al suo soft power culturale. Notevole è il ruolo in questo ambito dei molti italiani nel mondo, attivi in territori dinamici e all’avanguardia come la città di Barcellona, quali figure chiave nell’economia creativa e sostenibile”.

 

Gli abiti Atypical di Federico Cesino e Anna Coppola (progetto vincitore nella sezione Smart Bride) e Hypernova di Carmen Moffa (progetto selezionato nella sezione Smart Bride), realizzati per il contest Digital Made promosso dalla Fondazione Mondo Digitale, sono stati esposti nell’Open Space. Con il titolo “Conscious Space Beyond” lo spazio è stato aperto al pubblico nei giorni 29 e 30 novembre per promuovere riflessione critica e consapevolezza “in una società che cerca sempre più alternative sostenibili ed etiche nel campo della moda”.

 

 

Matteo Viscogliosi, designer, maker e coordinatore del Fab Lab della Palestra dell’Innovazione ha presentato il progetto Digital Made e il contest “For young fashion talents”. La scadenza per partecipare al bando è stata prorogata al 7 dicembre [vedi avviso].

 

Scritto da: Eleonora Curatola