CSMON-LIFE: diventiamo tutti cittadini-ricercatori con un’app

csmon-lifeQualche settimana fa ho partecipato alla presentazione del progetto CSMON-LIFE (Citizen Science MONitoring) che mi è piaciuto davvero molto a cominciare dal fatto che si è svolto presso l’Orto Botanico di Roma.

Si è parlato di “specie aliene” e licheni rilevatori…

Gli alieni di cui abbiamo parlato vivono con certezza tra noi: avete mai notato ad esempio svolazzare pappagalli tropicali e visto strane piante magari proprio davanti casa? Questi alieni (o specie alloctone) non sono conseguenze di cambiamenti climatici ma bensì di azioni umane che con superficialità li hanno allontanate dal proprio ambiente e portate in un altro. Spesso infatti sono frutto di acquisti incauti o souvenir di viaggi portati a casa e poi liberati senza rifletterci molto.
Poiché il fenomeno è in aumento, è importante studiare come queste specie si adattino e come alterino l’equilibrio dell’ecosistema.

Sapete che un semplice lichene che magari avete davanti gli occhi tutti i giorni può dare grandi informazioni sulle alterazioni ambientali dovute a dei gas?

Senza esserne consapevoli, quotidianamente abbiamo sotto gli occhi elementi che possono essere importanti per lo studio dei cambiamenti del nostro ecosistema e mappare i fenomeni di alterazione ambientale.

I ricercatori quindi hanno bisogno di dati e i cittadini hanno a disposizione informazioni preziose. Il progetto CSMON-LIFE li fa incontrare… con uno smartphone. Bellissimo! Basta scaricare un’app e si diventa collaboratori dei ricercatori: un click e abbiamo in tasca tutte le informazioni che ci servono per individuare le specie interessate allo studio. Ci basta tenere gli occhi aperti e, se vediamo un lichene o una specie aliena, scattargli una foto! Inviandola tramite l’app sarà geolocalizzata automaticamente ed esaminata da esperti.

Una bella esperienza per tutti: cittadini e studenti che non solo studiano ma collaborano attivamente con la comunità scientifica e le istituzioni, riflettono su comportamenti responsabili e sperimentano nuove potenzialità dei propri device.

Qui le iniziative rivolte alle scuole dove trovate due contest ai quali siamo invitati a partecipare. Un’occasione per imparare, condividere informazioni ed emozioni.

Sono sicura che i miei alunni adoreranno l’iniziativa!

Scritto da: Cristiana Zambon