Coding con Ozobot, Bee-Bot e Scratch

Coding con Ozobot, Bee-Bot e Scratch

Introduzione al coding e al pensiero computazionale per gli insegnanti della scuola primaria.

Destinatari: insegnanti di scuola primaria

Obiettivi: offrire strumenti per usare il coding come attività trasversale nella didattica curricolare della scuola primaria

Durata: 1 incontro di 8 ore

Data: 15 febbraio 2017

Orario: 9-18 con pausa pranzo

Modalità di svolgimento: corso in presenza

Sede: Palestra dell’Innovazione, via del Quadraro 102, Roma

Ambiente didattico: Coding Lab della Palestra dell’Innovazione

Strumenti: Bee-Bot, Ozobot, Scratch

Formatore: Valentina Gelsomini

Costo: 80 euro

Il corso può essere acquistato con la Carta del docente

Nota: il corso viene attivato al raggiungimento di un numero minimo di partecipanti. Il pagamento è da effettuare alla conferma dell’attivazione del corso o direttamente in sede.

Prenotazioni chiuse

 

Programma

Modulo 1 – Introduzione al Coding e al concetto di pensiero computazionale (30 minuti)

Modulo 2 – Presentazione degli Strumenti per la programmazione manuale, grafica e a blocchi (30 minuti)

Modulo 3 – Introduzione al pensiero computazionale con l’utilizzo delle api robot: creazione di percorsi multidisciplinari finalizzati al problem solving e alla creazione di algoritmi (1ora)

Modulo 4 – Approcci al coding con l’uso di Ozobot: programmazione grafica per la soluzione dei problemi proposti (1ora)

Modulo 5 – Prova pratica (1ora)

Modulo 6 – Introduzione alla piattaforma di apprendimento Scratch (1 ora)

Modulo 7 – Esercizi di base (1 ora 30 minuti)

  • blocchi di base
  • Le istruzioni di movimento
  • Le istruzioni per l’audio e la multimedialità
  • Lavorare con sprite e disegni
  • Le istruzioni condizionali se-allora e i cicli

Modulo 8 – Creazione di un contenuto (1 ora e 30 minuti)

 

Biografia breve della formatrice

Classe 1980, Valentina Gelsomini negli studi, come nella vita quotidiana, allena da sempre la sua mente matematica. La laurea in Ingegneria Aerospaziale, conseguita presso L’Università La Sapienza di Roma, le ha permesso di inserirsi in vari settori lavorativi e l’ha spinta ad acquisire competenze sempre nuove. Dal 2014 garantisce ai colleghi della Fondazione Mondo Digitale e ai partecipanti ai laboratori che tutte le attrezzature funzionino al meglio. Dal 2015 gli ambienti della Palestra dell’Innovazione sono il territorio per sperimentare metodi, sempre nuovi, di insegnamento del pensiero computazionale e della robotica a docenti e studenti di ogni ordine e grado.