Coding in famiglia

Coding in famiglia

L’emergenza sanitaria ha accelerato il processo di cambiamento della scuola e ha confermato il ruolo strategico delle tecnologie per la formazione delle nuove generazioni. Con la piattaforma Computer Science First di Google (csfirst.withgoogle.com) la Fondazione Mondo Digitale continua a supportare i docenti, anche con poca familiarità con le tecnologie, nella sperimentazione di nuovi linguaggi per l’insegnamento delle discipline curricolari e per la personalizzazione dell’apprendimento di studenti con bisogni speciali.

 

Nella quarta edizione del progetto la comunità dei docenti condivide soluzioni per la didattica integrata e a distanza, a partire dal Curriculum mapping e dal corso online aperto (mooc) realizzato con Alessandro Bogliolo, professore di Sistemi di elaborazione delle informazioni all’Università di Urbino. La mappatura per attività trasversali e discipline è un punto di partenza che ogni insegnante può implementare e personalizzare con nuove soluzioni didattiche per ampliare ulteriormente le connessioni tra le diverse aree e le materie curricolari. Sulla piattaforma Moodle, all’indirizzo formazione.innovationgym.org, sono a disposizione corsi, tutorial e progetti da usare nelle aule, fisiche e virtuali, della scuola primaria e secondaria di primo grado. L’obiettivo è raggiungere 6.000 docenti, con particolare attenzione a quanti lavorano con studenti in condizioni di fragilità.

 

Fondazione Mondo Digitale organizza sessioni di formazione live sul coding anche per l’educazione civica per approfondire contenuti e strategie. Gli studenti imparano con i video corsi e la programmazione a blocchi in Scratch, salvano il proprio lavoro su una dashboard condivisa con il docente che può monitorare l’avanzamento dell’apprendimento e la padronanza degli strumenti. Ragazze e ragazzi creano progetti multimediali, imparano a risolvere problemi complessi e sviluppano competenze trasversali per continuare ad apprendere e inserirsi poi con maggiore facilità nel mercato del lavoro.

 

Nella nuova edizione di CS First non vengono coinvolti solo i docenti, ma anche i genitori, perché  i percorsi di studio nel settore delle Stem rivelano ancora un profondo divario di genere, solo il 16% delle donne contro il 34% per cento degli uomini, come evidenzia il Global Gender Gap Report 2021 del World Economic Forum. L’educazione in famiglia e la formazione a scuola sono lo snodo fondamentale per abilitare le giovani donne a essere protagoniste dei lavori del futuro. Con la metodologia dei gruppi di discussione (focus group) e una ricerca su base nazionale (2.200 genitori), l’obiettivo del progetto è sviluppare una strategia per aiutare le famiglie a conoscere i nuovi sviluppi dell’economia digitale e orientare le ragazze verso percorsi di studio scientifici superando luoghi comuni e stereotipi sulle “carriere maschili”.

Il coding per le pari opportunità e l’inclusione

Presentazione della 4ª edizione di CS First

4 giugno 2021, ore 17

Webinar per i docenti

Iscrizione

Valentina Gelsomini presenta la piattaforma CS First

Intervengono la ricercatrice Ilaria Gaudiello, coordinatrice del progetto, e i formatori Vincenzo Di Pumpo, Mauro Crepaldi, Barbara Avella, Paola Ianni, Stefania Altieri, Paola Pupilli, Federico Di Giacomo, Caterina Coluzzi e Rosa Di Perna

Scritto da: Eleonora Curatola