Coding e tangram: insegnare la computer science con un gioco cinese millenario

coding-tangramContinuo a seguire con entusiasmo le proposte di Programma il Futuro dove innovazione e tradizione si fondono in maniera naturale e giocosa.

Ho trovato davvero accattivante l’idea di proporre un’esperienza di programmazione utilizzando il Tangram, il gioco millenario dell’antica Cina, ottenuto dalla scomposizione di un quadrato in sette forme geometriche.

Qui la lezione che guida in maniera dettagliatissima l’esperienza, completa di materiali stampabili.

In questa attività il gioco viene utilizzato in maniera innovativa, per far sperimentare le basi della programmazione e l’importanza della chiarezza negli algoritmi facendo emergere il rischio di espressioni ambigue. Vengono utilizzati solo alcuni dei pezzi alla volta, cosa non consentita nel gioco tradizionale del Tangram.

Se come me, dopo aver svolto l’attività e presentato il gioco, desiderate utilizzarlo ancora, vi segnalo alcune possibilità per proseguire l’esperienza.

In versione unplugged, per iniziare si possono lasciare liberi i bambini di utilizzare le sette forme che compongono il gioco per creare immagini, volendo anche a tema come animali o persone oppure possono essere sfidati a riprodurre immagini trovate su libri o in rete.

In geometria possono essere misurati lati, angoli, perimetri ed aree delle varie figure, trovati ed espressi rapporti tra le figure.

Osservandolo con attenzione, è possibile scrivere un programma per dare istruzioni su come costruirlo con piegature e tagli.

In italiano possono essere utilizzate le figure per rappresentare storie oppure può essere proprio una figura ad ispirare un racconto.

Per chi preferisce cimentarsi in versione digitale, in questo sito è possibile giocare online e comporre delle figure sovrapponendo pezzi del Tangram che sono ai lati dello schermo.

Per devices mobili ecco due app free: Tangram HD per Android e Tangram Free per iOS.

Scritto da: Cristiana Zambon