“Change Makers” e “Job Future”, le ultime novità del Vagone FMD

“Change Makers” e “Job Future”, le ultime novità del Vagone FMD

Un articolo che parla di novità, o meglio che dà voce a quanti ne sono stati protagonisti in queste ultime settimane. New entries e nuovi format hanno fatto tappa al Binario F: il “Vagone FMD. Da 01 a 100” ha portato nell’hub di FacebookJob Future” e “Change Makers”, ma anche un mini-hackathon che ha coinvolto le coding girls guidate dalla coach Valentina Gelsomini durante “Women4Steam”, e Andrea Farro, ultimo giovanissimo formatore del team della Fondazione Mondo Digitale – ha soli 19 anni e una grande passione, quella per la programmazione informatica (nei prossimi articoli vi parleremo meglio di lui).

Se siete curiosi di saperne di più, non vi resta altro da fare che leggere e… ascoltare!

Iniziamo col presentarvi i nostri “Change Makers”, i partecipanti dei laboratori che nascono con l’obiettivo di sviluppare momenti di riflessione e soluzioni 4.0 per migliorare la vita delle persone, grazie al confronto tra generazioni e culture lontane, con necessità e competenze differenti, e alla contaminazione di idee. Training, palestre di progettazione e creativity jam che coinvolgono giovani, anziani, cittadini stranieri ed esperti di settore, insieme per rispondere alla sfida di una società inclusiva e accessibile. Incontri dedicati a studenti, migranti e over 60 che permettono di esplorare le potenzialità del digitale e di usarle a proprio vantaggio, garantendo l’inserimento sociale e la partecipazione attiva alla vita cittadina.

Il primo appuntamento in calendario ha visto in aula il formatore della Palestra dell’Innovazione Matteo Viscogliosi e i giovani studenti di 11 e 12 anni dell’Istituto Comprensivo Alberto Sordi di Roma. Insieme hanno progettato il cambiamento: suddivisi in piccoli gruppi, si sono confrontati sugli spazi, sui punti di forza e sulle debolezze che caratterizzano il proprio quartiere, fino a delineare la “città ideale del futuro”. Luoghi di incontro utili a ospitare occasioni di socialità, aree di gioco, servizi di cura e tutela dell’infanzia, per combattere le disuguaglianze e l’isolamento, e per valorizzare le periferie creando opportunità e relazioniAccessibilità e inclusione che hanno preso vita grazie alla tecnica dello stop-motion e al digital storytelling.

Loro sono Tommaso, Flavia, Alessandro, Lucrezia e Tommaso, portavoce dei 5 gruppi di lavoro, e ci presentano i progetti realizzati nell’hub.

Altro coach, altro target. Insieme a Nicoletta Vulpetti i nonni scoprono che i social network non sono (solo) un paese per giovani. Siamo connessioni e rimaniamo tali a tutte le età: abbiamo bisogno di coltivare relazioni, di mantenere in vita rapporti e le piattaforme virtuali ci aiutano a farlo. Ma come usarle per rimanere in contatto con amici e parenti distanti e per raccontare se stessi in modo non convenzionale e in sicurezza?

Graziella e Vittorio rappresentano una generazione che si è avvicinata al digitale in età adulta e che, per questo, spesso non sa come orientarsi e difendersi dalle sue insidie. Questa è la loro testimonianza.

Doppio appuntamento anche con “Job Future”. Di cosa si tratta? Talk interattivi e testimonianze ispiratrici di professionisti e aziende permettono di confrontarsi su potenzialità e limiti delle nuove tecnologie e sulle competenze sempre più richieste dal mondo del lavoro.

Con l’esperto di sicurezza postale Marco Cervellini abbiamo coinvolto gli studenti sul tema della cyber security, mostrando loro come usare la rete in modo corretto ed efficace. Nell’hub anche la “Guida alla prevenzione e al contrasto del cyberbullismo. OnLive” – la clip di presentazione del progetto – realizzata dalle docenti dell’Istituto Piaget-Diaz Roberta Poli e Clelia Gentili – sul nostro canale YouTube trovate anche le loro interviste.

Protagonista del secondo incontro la pubblica amministrazione che è tornata a parlare di comunicazione efficace, engagement e insights insieme ad Astrid D’Eredità. A chiudere il training su social media e content marketing dedicato ai redattori social di Roma Capitale un workshop sul piano di comunicazione a cura di Nicoletta, e il nostro Happy Hour.

Che cosa accadrà nelle prossime puntate? Continuate a seguirci!

Scritto da: Ilaria Bonanni