Alla ricerca del cerchio

cerchioUna sfida per piccoli makers: circonferenze senza compasso.

Curioso spesso nel canale Youtube Vivalascuolaviva e già il nome dice molto di sé.
Tra i tantissimi esperimenti e attività creative proposte, ho trovato il video di una sfida divertente che La maestra Stefania ha lanciato ai suoi alunni: realizzare una circonferenza perfetta senza utilizzare il compasso.

I bambini  hanno cercato soluzioni e strategie per utilizzare in modo completamente nuovo gli oggetti comuni che avevano in classe. Ed è così braccialetti, strisce di carta, fermacampioni, forbici e semplici penne hanno preso nuova vita.

Non ho resistito: ho proposto anch’io quest’attività di problem solving ai miei alunni prima di far utilizzare loro per la prima volta un compasso.

È davvero importante e stimolante lavorare a scuola per domande e non per risposte già pronte.

Li ho invitati a lavorare in piccoli gruppi e provare a pensare, progettare e a sperimentare insieme. Hanno così apprezzato le differenti idee e la ricchezza che nasce dal confronto e dal lavoro cooperativo.

Alcuni inizialmente si sono lanciati semplicemente alla ricerca di oggetti rotondi e ne hanno seguito i contorni con una matita. Poi però hanno cominciato a immaginare soluzioni diverse, via via più creative, articolate ed ingegnose.

I compassi artigianali sono continuati ad arrivare a scuola per giorni, sempre più funzionali e precisi.

Non ho dubbi: siamo pronti per il Maker Faire!

Grazie della condivisione @wlascuolaviva.

Scritto da: Cristiana Zambon