Studiare Newton giocando con le trottole

Newton-trottolaScienza e scienziati riescono sempre a stregare i bambini: conoscerne la vita, le scoperte e le invenzioni è per loro un piacere che li appassiona. Uomini e donne che hanno saputo approfondire le proprie intuizioni, guardare il quotidiano con un’attenzione nuova e hanno dato risposte a domande che a volte solo loro si erano posti.

In classe abbiamo la collana “I lampi di Genio” di Editoriale Scienza e, in diverse occasioni, abbiamo visto anche i relativi video della Rai disponibili su YouTube.

Lo studio di Newton ci ha portati a parlare di matematica, di fisica e di mele, di astronomia e alchimia. Siamo arrivati a riflettere sulla luce, i colori e a giocare con il Disco di Newton, un cerchio scomposto nei sette colori dell’arcobaleno che ha permesso allo scienziato di spiegare il colore bianco della luce come combinazione dei sette colori.

Ma non ci siamo fermati qui! Entrati nel campo dell’arte abbiamo cercato il modo di riprodurre il disco. Tra le varie prove e tentativi, passando dal cartone ai tappi dei barattoli, abbiamo trovato la nostra strategia. Abbiamo realizzato delle trottole utilizzando dei CD, un supporto che sta andando rapidamente in disuso e che è stato molto semplice reperire.

Abbiamo fatto delle trottole double face, decorando entrambi i lati del CD. E’ bastato infatti disegnare con pennarelli indelebili e incollare carta sopra l’etichetta.

Oltre al disco di Newton e ai suoi colori, molti bambini hanno scelto di riprodurre effetti ottici ispirati all’Op Art. Incollando con la colla a caldo una moneta da un centesimo nel foro del CD, in verticale in modo che sporgesse da entrambi i lati, abbiamo ottenuto un supporto da afferrare da un lato e punta che fa girare la trottola dall’altro.

E così lo studio e la ricerca sono diventate davvero un gioco.

 

Scritto da: Cristiana Zambon