Fare podcast a scuola trasformando un’aula in una sala radiofonica

Fare podcast a scuola trasformando un’aula in una sala radiofonica

Grazie a Paolo Aghemo di cui ho parlato qui, ho conosciuto l’uso didattico del podcasting che concilia passioni dei ragazzi e percorso formativo.

Saltando da podcast a podcast, sono arrivata a Chocolat 3B, una vera miniera di contributi audio e video realizzati dal professor Luca Piergiovanni e i suoi alunni.

Questo prof, con professionalità, competenza e un simpatico accento toscano, alterna la cattedra allo smartphone e al computer, e ha trasformato un’aula in un centro radiotelevisivo che ospita spesso altre scuole.

Un progetto ambizioso, alimentato e sostenuto da passione e pochi mezzi, qualche PC rigenerato, un mixer, un microfono e cuffie da Deejay.

Prof e alunni registrano così contributi audio e video che pubblicano su podcast dedicati all’istruzione e all’educazione nelle scuole.  Sono dialoghi e monologhi interessanti e piacevoli, accompagnati da musica spesso suonata dai ragazzi stessi.

Tra le molte rubriche del podcast, percorsi di storia, racconti e interviste doppie stile Iene, sono rimasta incantata dalle puntate “Poesie e canzoni a confronto” dove si cercano analogie e differenze tra  Jovanotti e Montale e trovano spazio D’Andrè, Celentano, Pascoli, Dante, Venditti.

C’è anche una puntata dedicata agli errori, alle papere e agli strafalcioni per imparare anche a ridere di questi, insieme.

Chocolat 3B ha donato notorietà ai suoi autori che sono stati invitati in altre radio, intervistati, citati come modello sia da media nazionali che internazionali e hanno ricevuto riconoscimenti e premi prestigiosi.

Trasparente e generoso, Luca condivide le sue avventure digitali e non con studenti, famiglie e colleghi e io sono tra questi e, con piacere, lo  seguo su diversi social. Alimenta inoltre un canale YouTube, cura corsi di formazione su podcasting e ha condiviso un manuale scritto con Dario Tognocchi per la didattica podcasting e la web-tv.

Un consiglio spassionato? Abbonatevi al suo podcast!

Scritto da: Cristiana Zambon