La scienza illumina

La scienza illumina

Una mostra interdisciplinare sulla luce

Scienza-illumina“La scienza illumina”
Dalla scienza all’arte: le mille facce della luce

In occasione dell’Anno Internazionale della Luce proclamato dall’Onu, Sapienza Università di Roma e Fondazione Mondo Digitale realizzano la mostra “La scienza illumina”, un percorso sulla luce per sensibilizzare grandi e piccoli sul tema della sostenibilità e del risparmio energetico.

L’iniziativa, realizzata in collaborazione con Frascati Scienza, Istituto nazionale di Fisica nucleare (INFN) e Asset Camera, è collegata a due grandi eventi europei: la Maker Faire 2015 e la Notte europea dei ricercatori. Protagonisti i docenti universitari della Sapienza, gli artisti e i maker della Palestra dell’Innovazione della Fondazione Mondo Digitale.

 

La mostra “La scienza illumina” dà vita a un percorso scientifico e artistico che fa della luce il punto di partenza per ragionare sui grandi temi della sostenibilità, dello sviluppo e dell’innovazione. Suddivisa in tre macro-sezioni (ottica geometrica, ottica fisica e meccanica quantistica), il percorso prevede installazioni interattive e performance artistiche. Un team d’eccellenza, fatto di docenti, maker, artisti, ed esperti di tecnologia, sta lavorando da mesi all’iniziativa coordinata dal professor Giovanni Organtini, delegato alla Comunicazione scientifica della Facoltà di Scienze Matematiche, Fisiche e Naturali della Sapienza di Roma.

La mostra è aperta dal 25 settembre al 21 ottobre 2015 con percorsi riservati sia agli studenti sia ai cittadini di ogni età e si tiene nella cornice più ampia della Maker Faire 2015, il grande evento europeo dedicato all’innovazione e alla progettazione
in programma alla Sapienza Università di Roma dal 16 al 18 ottobre.

Francesco Bianchi, Vladimiro Ercolino e Carlo Coletta sono alcuni dei maker che si sono riuniti attorno al Fab lab della Palestra dell’Innovazione per realizzare, attraverso macchine a controllo numerico e tecniche di fabbricazione digitale, le teche contenenti le installazioni e alcuni degli esperimenti che saranno proposti nel corso della mostra.

Scritto da: Redazione