Il nostro primo robot

Primo-robotStudiando l’elettricità, avevo programmato di realizzare con la classe un semplice circuito con pile e LED. I bambini però, quando hanno visto il materiale, hanno chiesto di utilizzarlo per costruire qualcosa di diverso e più ambizioso: un robot.

Da lì l’idea di unire i due progetti: un robot con due punti luminosi che possono essere accesi  chiudendo un circuito.

Ogni bambino ha disegnato il proprio robot su un vassoio di cartoncino e lo ha decorato  con carte colorate e pennarelli.

Per dargli un tono più realistico, sono state incollate schede, viti, cavi e pezzi vari recuperati da dei computer.

Qualche settimana fa infatti in classe abbiamo smontato due computer rotti (ne ho parlato qui) e i pezzi recuperati non sono serviti solo alla scienza, ma anche all’arte!

Ognuno ha poi inserito i LED dove preferiva, ad esempio negli occhi o sulle antenne del proprio robot.

Sul retro del vassoio abbiamo realizzato il circuito, senza saldare, in modo che i bambini potessero fare i collegamenti autonomamente.

Il progetto è semplice, poco costoso e facilmente ripetibile dai bambini che sono già lanciati a progettare sviluppi e modelli futuri…

Se siete curiosi, in questo breve video trovate tutta l’esperienza e potete vedere i robot.

Scritto da: Cristiana Zambon