Compito: esplora la tua città

Nuova immagineSpesso assegno compiti “non tradizionali”, ne ho parlato qui.

Viviamo a Roma ma, la routine settimanale in molti casi frenetica, spesso non consente di godere realmente della città, delle sue bellezze e delle possibilità culturali che offre.

Ho assegnato questo compito insolito di geografia proprio per incoraggiare i miei alunni a fare quanto a volte non riusciamo: ritagliarci del tempo per una passeggiata in città.

Ho cercato 25 mete insolite, luoghi curiosi e meno conosciuti, dove non fosse previsto alcun pagamento o biglietto di ingresso. Ho preparato così un elenco con solo pochi indizi, piccole informazioni sufficienti per una ricerca ma che non svelassero molto, in modo da lasciare il gusto della scoperta.

A sorte, ad ogni bambino è stata assegnato un “posto da scoprire”.

Il compito chiedeva di trovare il luogo, reperire alcune semplici  informazioni sulla sua storia e poi di recarsi sul posto per ammirarlo e scattare una fotografia.

Non era richiesto nulla di scritto, in modo che la ricerca non si trasformasse in una serie di fogli stampati e non compresi. Era necessario davvero “fare ricerca”: selezionare i dati utili e chiari che si era in grado di utilizzare e condividere con la classe.

Ho lasciato circa due mesi di tempo per la consegna del lavoro in modo da aiutare tutti a vivere l’occasione con piacere anche perché coinvolgeva ed impegnava direttamente le famiglie dei bambini.

I genitori hanno accolto la proposta con grande disponibilità dimostrandoli loro stessi curiosi. Sfruttando le prime giornate primaverili, in molti hanno non solo trovato la propria meta, ma sono andati a cercarne altre, facendo lunghe passeggiate.

Poi, alla LIM, i bambini hanno mostrato ai compagni la foto e raccontato delle proprie scoperte. Abbiamo raccolto in questo video  foto, disegni e alcune spiegazioni, poche in modo da lasciare, a chi vorrà vivere l’esperienza, alcune sorprese.

Scritto da: Cristiana Zambon